stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Lagnasco
Stai navigando in : Le News
Sul sito del Comune il Semaforo antismog

Un utile servizio ha implementato da qualche giorno il sito internet istituzionale del Comune di Lagnasco. Nella parte bassa della home page è infatti presente, e costantemente aggiornato grazie ad un collegamento con l’ARPA Piemonte, il Semaforo del protocollo operativo antismog, che si aggiunge al Bollettino di allerta meteoidrogologica che già era presente sul sito. L’implementazione è stata realizzata dalla Leonardo Web di Manta che si occupa della gestione tecnica del sito per conto del nostro Comune.


Di cosa si tratta? 

Per scongiurare il rischio di superamento dei valori massimi di particolato (PM) nell'aria, per i quali l'Italia è stata condannata dalla Corte di Giustizia europea e corre il rischio di pagare pesanti sanzioni economiche che verrebbero decurtate dai Fondi europei, in tutta la Pianura Padana nel periodo invernale opera il Semaforo di qualità dell'aria. In Piemonte il semaforo è attivo dal 15 settembre al 15 aprile nelle aree oggetto della Procedura d'Infrazione UE (il Comune di Lagnasco ricade nella zona IT0119 con altri 267 Comuni piemontesi di pianura). 
Nei giorni in cui il rischio di superamento dei PM nell'aria è più alto, il semaforo si accende di arancione o rosso, e dispone vincoli temporanei sui trasporti, sul riscaldamento civile e su alcune attività agricole, con l'obiettivo di ridurne le emissioni in atmosfera. Il semaforo viene aggiornato da ARPA Piemonte 3 volte la settimana (lunedì, mercoledì e venerdì): con il verde sono operative le sole limitazioni strutturali; con il semaforo arancio (si attiva quando sono previsti 3 giorni consecutivi sopra il valore di 50 ug/m3) si applicano in aggiunta le relative disposizioni temporanee, idem con il semaforo rosso (che scatta quando sono previsti 3 giorni consecutivi sopra il valore di 75 ug/m3).

Le limitazioni strutturali e temporanee operative sul territorio del Comune di Lagnasco (imposte dalla deliberazione della Giunta regionale n. 9-2916 del 26 febbraio 2021) sono contenute nell’Ordinanza sindacale n. 12 del 22 luglio scorso (che si allega alla presente per opportuna consultazione).

In particolare si sottolinea il divieto di abbruciamenti di materiale vegetale (non è prevista di facoltà di concedere deroghe) e la limitazione allo spandimento di liquami, letami e fertilizzanti al solo semaforo verde. Nei giorni in cui il semaforo è arancione o rosso le operazioni di fertilizzazione azotata (sia organica che minerale) devono utilizzare tecniche a bassa emissione di ammoniaca: iniezione diretta, interramento immediato contestuale alla distribuzione, distribuzione rasoterra seguita da una lavorazione del terreno (svolta con macchine combinate o con macchine separate che operano in modo consequenziale, nel minor lasso di tempo possibile) e, per i prati, distribuzione rasoterra in bande o con scarificatore. Quando il semaforo è verde, sono adottabili anche le tecniche tradizionali di concimazione.

Si sintetizzano, di seguito, le limitazioni strutturali, comprendendo i limiti alla circolazione stradale che operano nei Comuni con più di 15.000 abitanti, fatte salve eventuali deroghe specifiche per ogni municipalità (si invita alla consultazione dei siti internet istituzionali dei Comuni interessati)


Limitazioni strutturali sempre operanti dal 15 settembre al 15 aprile:

- divieto di circolazione, dalle ore 0 alle ore 24 di tutti i giorni (festivi compresi) dei veicoli adibiti al trasporto persone (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione inferiore o uguale a Euro 2 per veicoli alimentati a benzina e dotati di motore diesel e omologazione inferiore o uguale a Euro 1 per i veicoli alimentati a GPL e metano;

- divieto di circolazione, dalle ore 8:30 alle ore 18:30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dei veicoli dotati di motore diesel adibiti al trasporto persone (categoria M1) e adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 3 ed Euro 4;

- divieto di circolazione veicolare, dalle ore 00 alle ore 24 di tutti i giorni (festivi compresi) di tutti i ciclomotori e i motocicli adibiti al trasporto di persone o merci (categoria L1, L2, L3, L4, L5, L6, L7) con omologazione inferiore o uguale ad Euro 1;

- obbligo di utilizzare nei generatori di calore a pellets, di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellets che siano realizzati con materiale vegetale prodotto dalla lavorazione esclusivamente meccanica di legno vergine e costituito da cortecce, segatura, trucioli, chips, refili e tondelli di legno vergine, di sughero vergine, granulati e cascami di legno vergine, non contaminati da inquinanti e sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato, nonché l’obbligo di
conservazione della documentazione pertinente da parte dell’utilizzatore 

- divieto di abbruciamento di materiale vegetale, su tutto il territorio Regionale, ad eccezione unicamente delle deroghe conseguenti a situazioni di emergenza fitosanitaria disposte dalla competente autorità. 


Limitazioni temporanee

Allerta di 1° Livello - colore "ARANCIO"

- divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 5 stelle; 

- divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (faló rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc. . .), di combustioni all’aperto, ad eccezione unicamente delle deroghe conseguenti a situazioni di emergenza fitosanitaria disposte dalla competente autorità;

- introduzione del limite a 18°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali, negli edifici pubblici fatta eccezione per le strutture sanitarie;

- divieto di spandimento dei liquami zootecnici, dei letami e dei materiali ad essi assimilati, i digestati tal quali e le frazioni chiarificate dei digestati.
Sono, tuttavia, ammesse in deroga le seguenti tecniche di spandimento:
‒ distribuzioni svolte con interramento immediato, contestuale alla distribuzione;
‒ iniezione profonda (solchi chiusi);
‒ sulle sole superfici inerbite (prati avvicendati e permanenti) spandimento a bande, applicando una delle seguenti tecniche:
• spandimento a raso in strisce;
• spandimento con scarificazione;

- divieto di distribuzione di fertilizzanti, ammendanti e correttivi contenenti azoto di cui al D.Lgs. n. 75/2010, fatte salve le distribuzioni svolte con interramento immediato, contestuale alla distribuzione;

- potenziamento dei controlli con particolare riguardo a rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami;


Allerta di 2° livello- colore "ROSSO"

In aggiunta ai provvedimenti indicati per l’allerta con semaforo "arancione" si applicano, anche nel nostro Comune, le seguenti limitazioni al traffico dei mezzi più inquinanti:

- divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categorie N1, N2, N3) con
omologazione uguale a EURO 1, 2, 3 e 4 diesel, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, il
sabato e nei giorni festivi;

- divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categorie N1, N2, N3) con
omologazione uguale ad EURO 5 diesel, dalle ore 8:30 alle ore 12:30, tutti i giorni;


Ordinanza n. 12 del 22/07/2021
Comune di Lagnasco - Piazza Umberto I, 2 - 12030 Lagnasco (CN)
  Tel: 0175 72 101   Fax: 0175 72 630
  Codice Fiscale: 85000750043   Partita IVA: 00568590046
  P.E.C.: segreteria@pec.comune.lagnasco.cn.it   Email: segreteria@comune.lagnasco.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.