stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Lagnasco
UFFICI

ico_vigili.png
POLIZIA MUNICIPALE

Come fare per


Per informazioni in merito a sanzioni amministrative codice della strada è possibile contattare l'ufficio verbali negli orari sopra indicati. 

COMUNICAZIONE DATI CONDUCENTE PER DECURTAZIONE PUNTI SULLA PATENTE DI GUIDA (art. 126 bis, comma 2, del CDS) - Da presentare (UNITAMENTE ALLA FOTOCOPIA DELLA PATENTE DI GUIDA CONTENENETE LA DICITURA "Il sottoscritto..generalità. . . dichiara che la presente fotocopia è conforme all'originale in mio possesso - data e firma" entro 60 giorni dall'avvenuta contestazione ovvero notifica del verbale direttamente presso questo servizio ovvero mediante raccomanta con ricevuta di ritorno ovvero mediante il servizio di visualizzazione immagini presente su questo sito
(link:https://lagnasco.segecnet.it/cittadinoOnLine) ovvero mediante inoltro alla mail poliziamunicipale@comune.lagnasco.cn.it (N.B.: in quest'ultimo caso la comunicazione è valida solo ad avvenuta risposta "ACQUISIZIONE POSITIVA AGLI ATTI")

MODALITA' DI RICORSO (art. 203 - 204 bis CDS)

Dalla contestazione o notificazione della violazione, qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta (se consentito), l'interessato puó proporre uno dei seguenti ricorsi alternativi:
Entro 60 gg: indirizzato al Prefetto competente per luogo in cui la violazione è avvenuta, da presentarsi al Comando di Polizia Municipale ovvero da inviarsi agli stessi a mezzo lettera raccomandata con a.r.
Il Prefetto, se riterrà fondato l'accertamento, emetterà ordinanza ingiungendo il pagamento di una somma non inferiore al doppio del minimo edittale previsto per ogni singola violazione (artt. 203 e 204 del C.D.S.)

Entro 30 gg: indirizzato al Giudice di Pace competente per luogo in cui la violazione è avvenuta. Il ricorso puó essere depositato presso la cancelleria del predetto Giudice di Pace ovvero spedito con raccomandata a.r. (art. 204 bis del CDS). Ai sensi dell'art 10 del D.P.R. 30.05.2002, n° 115, come modificato dall'art. 2 comma 212, lett.b, n° 2, L 23.12.2009, n 191, il ricorso al Giudice di Pace è soggetto al pagamento anticipato del "contributo unificato" e delle "spese forfetizzate" secondo gli importi fissati dagli artt. 13 e 30 del D.P.R. n° 115/2002. Il Giudice di Pace competente per territorio è quello di Saluzzo - Corso Roma, n. 1.

MODALITA' DI PAGAMENTO (Art. 202 e seguenti CDS)

Qualora sia previsto il pagamento in misura ridotta, l'importo deve essere corrisposto entro 60 giorni dalla data di contestazione o notificazione della violazione con le seguenti modalità:
  • Mediante versamento sul C/C postale n° 1006473548 intestato a Comune di Lagnasco - Servizio Polizia Municipale
  • Mediante bonifico bancario C/C n° 1006473548 - IBAN IT12D0760110200001006473548 - BIC: BPPIITRXXX - SWIFT: BPIITRRXXX
Indicando nella causale di versamento in modo chiaro e leggibile:
Il numero e la data del verbale
Il numero di targa del veicolo

La causale è obbligatoria per i versamenti a favore degli Enti Pubblici. I versamenti mancanti della causale sono privi di effetto. Il pagamento effettuato in misura inferiore a quanto previsto non ha valore quale pagamento ai fini dell'estinzione dell'obbligazione. La somma versata è tenuta in acconto (a partire dalle spese di procedura) e rappresenta un anticipo sul titolo esecutivo.

Quando non è ammesso il pagamento in misura ridotta non è possibile effettuare alcun pagamento, si dovrà attendere che giunga un altro atto da parte del Prefetto nel quale verranno indicate la somma e le modalità di pagamento.

Riduzione del 30%: Con l'entrata in vigore della legge 9.8.2013 n. 98, entro 5 giorni successivi alla data della contestazione o dalla notificazione è ammesso il pagamento della somma ridotta del 30%. La riduzione di cui sopra non si applica alle violazioni per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo, ai sensi del comma 3, dell'art. 10 e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida. La riduzione del 30% è applicabile solamente sull'importo della sanzione e non sulle spese di notifica/procedimento. Per il computo del termine si ritengono applicabili le disposizioni generali in tema di pagamento delle obbligazioni previste dal Codice Civile (artt. 1187 e 2963).

Il verbale NON puó essere pagato presso lo sportello del Servizio di Polizia municipale.
 
ISTANZA DI RATEIZZAZIONE
Cosa è.
La rateizzazione è la ripartizione in rate mensili dell'importo dovuto a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria per una o più violazioni a disposizioni del Codice della Strada accertate contestualmente con uno stesso verbale di importo superiore a 200,00 euro a favore di soggetti che versino in condizioni economiche disagiate.

A chi serve.
Puó avvalersi della facoltà di richiedere la rateizzazione dell'importo dovuto il soggetto tenuto al pagamento della sanzione che sia titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, risultante dall'ultima dichiarazione dei redditi, non superiore a euro 10.628,16. Se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l'istante, e i limiti di reddito sono elevati di euro 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi. Sulla base delle condizioni economiche del richiedente e dell'entità della somma da pagare, la ripartizione del pagamento puó essere determinata fino ad un massimo di dodici rate se l'importo dovuto non supera euro 2.000, fino ad un massimo di ventiquattro rate se l'importo dovuto non supera euro 5.000, fino ad un massimo di sessanta rate se l'importo dovuto supera euro 5.000. La ripartizione del pagamento avverrà in rate mensili il cui importo non puó in ogni caso essere inferiore a euro 100.

Come si ottiene.
Puó essere presentata al Comune istanza di rateizzazione per sanzioni amministrative pecuniarie derivanti da una violazione al Codice della strada accertate dalla Polizia Locale. L'istanza deve essere presentata dal soggetto tenuto al pagamento della sanzione entro trenta giorni dalla data di contestazione o di notificazione della violazione.
La presentazione dell'istanza implica la rinuncia ad avvalersi della facoltà di ricorso al Prefetto e/o al Giudice di pace in relazione al verbale con cui è stata contestata l'infrazione.
Nel caso di accoglimento dell'istanza, la Polizia Locale provvederà alla verifica del pagamento di ciascuna rata. Il mancato pagamento della prima rata o, successivamente, di due rate, determina l'automatica decadenza dal beneficio della rateazione e pertanto, ai sensi del comma 3 dell'articolo 203 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n.285 (Codice della strada), il verbale diviene automaticamente titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale della sanzione per ogni singola violazione, somma dalla quale saranno decurtati gli importi eventualmente già versati a titolo di rate.

Dove andare.
L'istanza va presentata in forma scritta e completa degli allegati previsti (documentazione fiscale comprovante il reddito del richiedente) al servizio Polizia Locale di Lagnasco mediante consegna direttamente all'ufficio Protocollo del Comune o invio a mezzo posta. E' altresì ammesso l'invio a mezzo PEC all'indirizzo segreteria@pec.comune.lagnasco.cn.it

Quanto costa.
La richiesta di rateizzazione è in carta libera e non comporta oneri a carico dell'interessato. Sulle somme il cui pagamento è stato rateizzato si applicano gli interessi al tasso previsto dall'articolo 21, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n.602, e successive modificazioni.

Normativa di riferimento
D.Lgs. 30 aprile 1992 n.285 (Nuovo codice della Strada) art.202 bis

Durata
La conclusione del procedimento e la conseguente adozione del provvedimento di accoglimento o di diniego avverranno entro il termine di novanta giorni dal ricevimento dell'istanza completa degli allegati richiesti. Decorso tale termine senza l'emissione di alcun formale provvedimento l'istanza si intende comunque respinta, anche in assenza di un diniego esplicito.

Regolamenti


REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI
Inserito sul sito il 31/07/2018 alle ore 08:51:11 per numero giorni 704
Regolamento polizia urbana
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:27:15 per numero giorni 914
REGOLAMENTO PER spettacoli viaggianti
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:26:47 per numero giorni 914
REGOLAMENTO PER L'OCCUPAZIONE SPAZI E AREE PUBBLICHE
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:26:16 per numero giorni 914
Regolamento per la disciplina della videosorveglianza
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:24:58 per numero giorni 914
Regolamento per la costituzione del gruppo comunale dei volontari di protezione civile
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:24:15 per numero giorni 914
Regolamento autoservizio di noleggio con conducente
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:12:08 per numero giorni 914
Regolamento acquedotto comunale
Inserito sul sito il 02/01/2018 alle ore 10:11:32 per numero giorni 914
REGOLAMENTO BARBIERI
Inserito sul sito il 30/12/2017 alle ore 13:40:21 per numero giorni 917
Regolamento di Polizia rurale
Inserito sul sito il 30/12/2017 alle ore 13:39:54 per numero giorni 917
Comune di Lagnasco - Piazza Umberto I, 2 - 12030 Lagnasco (CN)
  Tel: 0175 72 101   Fax: 0175 72 630
  Codice Fiscale: 85000750043   Partita IVA: 00568590046
  P.E.C.: segreteria@pec.comune.lagnasco.cn.it   Email: segreteria@comune.lagnasco.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.