Lagnasco tra i 70 comuni del centenario dantesco

Dettagli del documento

Data:

domenica, 12 gennaio 2020

Presentazione celebrazioni Dante al Ministero

Descrizione

La proposta è nata durante l'evento di Poste Italiane "Sindaci d'Italia", svoltasi a Roma il 28 ottobre scorso e rivolto ai Comuni con meno di 5.000 abitanti. In quell'occasione, il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini lanciò ai vertici di Poste la proposta di essere partner nelle celebrazioni per i 700 anni della morte di Dante Alighieri in programma nel 2021. Un invito accolto dall'amministratore delegato di Poste, Matteo Del Fante, che nelle settimane immediatamente successive ha effettuato una mappatura delle opere ed un censimento delle proposte tra gli oltre 4000 "piccoli" Comuni presenti a Roma quel giorno. 
L'Amministrazione comunale di Lagnasco ha posto all'attenzione la particolarità della copia custodita nel proprio archivio storico, e la scorsa settimana è quindi giunto l'invito a partecipare alla presentazione dell'iniziativa, svoltasi venerdì 10 gennaio a Roma presso la Sala Spadolini della sede del "Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo"; tra i settanta piccoli Comuni presenti, ospiti di Poste Italiane, anche Lagnasco, unico della provincia di Cuneo, rappresentato dal vicesindaco Oscar Fiore.

Di seguito l'articolo di Andrea Garassino pubblicato su "La Stampa" dell'11 gennaio 2020:     

Un commento alla Divina Commedia scritto a Lagnasco nel 1474, conservato nell’Archivio Reale di Torino e pubblicato a corredo del testo più noto della letteratura italiana, su iniziativa di Umberto I nel 1886. Il Re decise di donarne una copia al Comune.
La pubblicazione sarà valorizzata ed esposta, con un progetto che è in fase di definizione dall’Amministrazione Civica di Lagnasco nel 2021. Il prossimo anno sono in programma le celebrazioni dei 700 anni della morte di Dante Alighieri.
Ieri a Roma i vertici di Poste Italiane, con il Ministro della Cultura Dario Franceschini, hanno presentato l’impegno ed il sostegno per le commemorazioni del “Padre della lingua italiana”. Il primo atto è stato la selezione di 70 Comuni italiani di piccole dimensioni collegati e legati, nei modi più diversi, alla “Commedia” e al suo celebre autore, tra i quali quello lagnaschese. Poste fornirà contributi dal punto di vista economico.
“L’allora sovrano – dice il vicesindaco Oscar Fiore che ha partecipato alla presentazione nella Capitale – fece inviare una copia al nostro municipio, dove conserviamo ancora la lettera di accompagnamento e anche la risposta dell’allora sindaco Giovanni Gullino, datata 31 agosto 1886”.

Creazione

Inserito sul sito il domenica 12 gennaio 2020 alle ore 10:06:32 per numero giorni 1598

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri